rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Novi Ligure / Alessandria

Muore operaio all'Ilva, la fabbrica va avanti: sciopero

Un operaio di 31 anni è morto schiacciato da un muletto. I sindacati proclamano lo sciopero dopo che la fabbrica non ha sospeso l'attività

NOVI LIGURE (ALESSANDRIA) - Dopo la morte di un operaio, la fabbrica non si ferma e scatta la protesta dei sindacati. Pasquale La Rocca, caporeparto dell'Ilva di Novi Ligure, ha perso la vita la scorsa notte schiacciato da un muletto mentre lavorava nello stabilimento siderurgico nell'alessandrino.

Nonostante l'incidente, l'attività della fabbrica non è stata sospesa e per protesta i sindacati hanno proclamato uno sciopero immediato dei turni della notte, di quelli di stamani e del pomeriggio.

L'incidente - si è appreso dai Vigili del fuoco intervenuti sul posto - è avvenuto durante una manovra di retromarcia per lo spostamenti di un carico. Per cause in corso di accertamento da parte dello Spresa e dei tecnici della Asl, il muletto si è ribaltato e l'operaio è rimasto schiacciato.


A soccorrerlo sono stati gli stessi compagni di lavoro che - hanno riferito sempre i Vigili del fuoco - hanno sollevato e spostato il muletto utilizzando un carro ponte dello stesso stabilimento. Sono intervenuti anche i sanitari del 118 che hanno tentato invano di rianimare l'operaio. (da TorinoToday)

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore operaio all'Ilva, la fabbrica va avanti: sciopero

Today è in caricamento