Giovedì, 15 Aprile 2021
Brescia

Scende per spingere l'auto impantanata nel fango ma viene travolto: 21enne muore davanti alla fidanzata

La tragedia nelle campagne intorno ad Agnosine, nel bresciano. La vittima è il giovane Roberto Taroli, morto sul colpo. La ragazza sotto shock

Un giovane di 21 anni è morto schiacciato dalla sua auto mentre cercava di tirarla fuori dal fango nelle campagne di Binzago di Agnosine (Brescia). La vittima è Roberto Taroli, travolto e ucciso sul colpo dalla sua Volkswagen Golf davanti agli occhi della fidanzata 17enne che era con lui.

Secondo le prime ricostruzioni, nel pomeriggio di ieri la Golf di Taroli è rimasta impantanata nel terreno reso fangoso dopo le piogge di questi giorni nella zona. In un primo momento, Taroli sarebbe rimasto a bordo chiedendo alla ragazza di scendere e spingere l'auto. La macchina avrebbe iniziato a slittare, finendo incastrata tra due alberi. A quel punto Taroli sarebbe sceso dall'auto per cercare di risolvere la situazione, ma Golf avrebbe continuato a slittare, travolgendolo.

Travolto dall'auto impantanata nel fango, la tragedia davanti agli occhi della fidanzata

Sotto shock, la ragazza ha chiesto aiuto. In pochi minuti sul posto è arrivata un'ambulanza dei volontari di Odolo, mentre da Brescia è partito l'elicottero. Inutili però i soccorsi per il giovane, i medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. La ragazza è stata ricoverata in ospedale a Gavardo per lo shock.

I rilievi sono stati affidati ai carabinieri di Sabbio Chiese, mentre la salma di Taroli si trova all'obitorio, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Il ragazzo abitava a Prevalle insieme alla famiglia. Molto conosciuto in paese e non solo, da un paio d'anni lavorava in una fabbrica della zona, la Ivars. Grande appassionato di calcio, giocava sui campi della provincia indossando la maglia del Manerba Calcio, di Terza Categoria.

 Su Facebook e Instagram sono comparsi numerosi messaggi di cordoglio da parte di chi lo conosceva. "Vola in cielo piccolo angelo – scrive la società in una breve nota – Il tuo sorriso e la tua voglia di fare ti hanno sempre contraddistinto. Te ne sei andato troppo presto. Quanto è infame la vita. Noi non ti dimenticheremo mai. In questi tre anni hai sempre lottato per la nostra maglia, e adesso continuerai a farlo da lassù. Ciao Robi". 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scende per spingere l'auto impantanata nel fango ma viene travolto: 21enne muore davanti alla fidanzata

Today è in caricamento