Mercoledì, 3 Marzo 2021
Mantova

Il ristorante aperto a pranzo con i clienti al tavolo in zona arancione: raffica di multe

Sono intervenuti i carabinieri e il locale è stato chiuso per cinque giorni

Foto di repertorio

Se ne stavano comodamente seduti al tavolo del ristorante a consumare il pranzo dell'Immacolata, incuranti delle regole anti covid: sono stati tutti sanzionati dai carabinieri, e il locale come da prassi è stato chiuso per cinque giorni, ma non si esclude che la chiusura venga prolungata su indicazione della Prefettura. È successo ad Asola, in provincia di Mantova: i militari della locale stazione sono intervenuti dopo aver notato alcune auto parcheggiate all'esterno. Nel locale c'erano quattro clienti a pranzo, seduti in due tavoli diversi. E questo è vietato nelle regioni della zona arancione.

Le multe ai clienti a pranzo in un ristorante in zona arancione

A quel punto è scattata la multa di 400 euro per il titolare, mentre il ristorante è stato immediatamente chiuso. Non è andata meglio agli avventori, che tra l'altro arrivavano tutti da comuni diversi (altra circostanza vietata). Anche per loro è scattata una sanzione da 400 euro a testa, totale 1.600 euro. 

Da domenica 13 dicembre la Lombardia passerà da zona arancione a zona gialla. La conferma è arrivata nei giorni scorsi dal presidente della Regione Attilio Fontana: "Da domenica la Lombardia sarà ufficialmente zona gialla. Questa mattina il ministro Speranza mi ha informato che, come per le volte precedenti, venerdì firmerà l'ordinanza, sabato sarà pubblicata e domenica entrerà in vigore. Il trend dei numeri in Lombardia si conferma in diminuzione sia per quanto riguarda la circolazione del virus, sia per i ricoveri nei reparti ordinari che intensivi. Un risultato raggiunto grazie ai comportamenti virtuosi di tutti i lombardi, che ancora una volta ringrazio. Esorto tutti a continuare su questa strada di responsabilità quotidiana che consente di tenere sotto controllo il virus", ha detto Fontana.

Le regole per i ristoranti in zona arancione

Fino a domenica, però, valgono le regole della zona arancione. In quest'area, i ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio, consentita senza limiti di orario, ma che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. Nelle aree o negli orari in cui è sospeso il consumo di cibi e bevande all’interno dei locali, l’ingresso e la permanenza negli stessi da parte dei clienti sono consentiti esclusivamente per il tempo strettamente necessario ad acquistare i prodotti per asporto e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio. Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali.

Cosa cambia da zona arancione a zona gialla

zona gialla arancione rossa regioni-9

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ristorante aperto a pranzo con i clienti al tavolo in zona arancione: raffica di multe

Today è in caricamento