Domenica, 28 Febbraio 2021
Treviso

"Multe in arrivo per chi abbassa la mascherina per fumare in pubblico"

Succede a Treviso, dove il comandante dei vigili Gallo avverte: "Se la curva dei contagi dovesse continuare a salire, siamo pronti a prendere provvedimenti anche contro questi comportamenti

Il Gazzettino racconta oggi che c'è un'altra stretta in arrivo sulle mascherine e le multe, per lo meno a Treviso dove il comandante della polizia locale Andrea Gallo lancia un avvertimento chiaro: «Sempre più spesso i nostri agenti di pattuglia per i controlli si imbattono in persone che fumano per strada con, ovviamente, la mascherina calata. Per il momento chiudiamo un occhio, ma non sarebbe un atteggiamento consentito. Fumare significa anche buttare fuori il fumo, quindi il fiato potenzialmente contagioso. Proprio quello che non fa chi usa la mascherina. E se la curva dei contagi dovesse continuare a salire, siamo pronti a prendere provvedimenti anche contro questi comportamenti. Se uno vuole fumare all'aperto, che non è vietato, si allontana e si cerca un luogo dove non passa gente. Altrimenti rischierà di essere multato: la sigaretta non rientra in nessuna deroga».

La multa è  di 400 euro. Come abbiamo scritto, sono previste multe e c'è anche il rischio carcere per chi viola le norme contenute nel nuovo Dpcm anti-Covid. Chi non avrà un valido motivo per circolare, potrà infatti incorrere in una sanzione da 280 euro, che può arrivare a 560 in caso di recidiva. Per chi viola la quarantena è prevista invece la denuncia penale con l'arresto da tre a 18 mesi, a cui si aggiunge una multa che può andare da 500 a 5mila euro.

Per potersi spostare sarà necessaria l'autocerficazione, scaricabile dal sito del ministero dell'Interno. I motivi sono gli stessi dei primi mesi della pandemia: lavoro, salute e necessità. Se nelle zone rosse negozi, bar e ristoranti dovranno rimanere chiusi, nelle zone gialle potranno continuare a lavorare ma con delle regole precise. Saracinesche alzate dalle 5 alle 18, numero limitato di clienti all'interno, massimo quattro persone sedute al tavolo e obbligo di mascherina tranne quando si beve e si mangia. In caso di violazione delle norme le multe vanno da 280 euro a 560. I ristoratori rischiano anche la chiusura fino a cinque giorni. Non sono, invece, previste sanzioni per la violazione delle raccomandazioni contenute nel nuovo Dpcm. Tra queste l'invito a muoversi il meno possibile anche laddove, come nelle zone gialle, è ancora possibile passare da un Comune all'altro o da una Regione all'altra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Multe in arrivo per chi abbassa la mascherina per fumare in pubblico"

Today è in caricamento