Domenica, 25 Luglio 2021
Cosenza

Cosenza, bimba di sette mesi soffocata: fermata la madre

La donna, un medico di 37 anni, ha tentato il suicidio ingerendo barbiturici. I carabinieri sospettano che sia stata lei a soffocare la figlia, forse con un cuscino

Immagine d'archivio

Una bambina di sette mesi è morta ieri per soffocamento a Cosenza. La bambina era stata portata in ospedale dai familiari con un crisi respiratoria in atto presumibilmente causata da soffocamento. Quando è arrivata in ospedale però era già morta. 

A trovare il cadavere è stato il padre al suo rientro a casa. L'uomo ha poi rinvenuto la moglie, Giovanna Leonetti, un medico di 37 anni, su una poltrona, colta da un malore, e ha portato entrambe in nosocomio. La donna aveva tentato il suicidio ingerendo barbiturici.

I carabinieri sospettano che sia stata lei a soffocare la bambina, forse con un cuscino. Solo nella tarda serata i Carabinieri del Comando provinciale di Cosenza hanno notificato il decreto di fermo del pm nei confronti di Giovanna Leonetti. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura di Cosenza. La donna è accusata di omicidio volontario aggravato.

Giovanna Leonetti si lamentava per la stanchezza dovuta al fatto che la notte la bambina non la faceva dormire. E' quanto ha riferito un'amica biologa della donna. "Sono proprio esasperata - aveva detto Giovanna Leonetti all'amica - perché Marianna non mi fa dormire la notte. Non so come fare per questo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosenza, bimba di sette mesi soffocata: fermata la madre

Today è in caricamento