rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Città Genova

Muore canoista di 14 anni: era rimasto per oltre un'ora in acqua

La famiglia del ragazzo ha acconsentito alla donazione degli organi

Non ce l'ha fatta purtroppo Andrea De Mattei, il 14enne di Sestri Levante che nel pomeriggio del 12 gennaio ha avuto un incidente in canoa nel fiume Entella, a Chiavari, nel Genevose. Il giovane, morto nella giornata di oggi 16 gennaio, era rimasto per oltre un'ora in acqua incastrato con la sua canoa nel fiume, durante un'uscita organizzata con un istruttore. Il caso era parso molto grave da subito. Il ragazzo, soccorso dai sub dei Vigili del fuoco e dal suo stesso istruttore, non è riuscito a superare i traumi cerebrali subiti a causa della lunga permanenza in acqua. La famiglia del 14enne ha acconsentito alla donazione degli organi.

La scelta di donare gli organi

A comunicarlo nel tardo pomeriggio di lunedì 16 gennaio, l'ospedale: "Con grande dolore la direzione dell'Istituto Gaslini comunica che si è concluso l’iter di accertamento della morte del ragazzino di 14 anni che venerdì scorso era rimasto incastrato sott'acqua nel fiume Entella ed era poi giunto in condizioni disperate presso la Rianimazione dell'ospedale pediatrico genovese. Le condizioni erano apparse da subito gravissime. Il personale che si è preso cura del ragazzino e la Direzione tutta esprimono il massimo cordoglio per la perdita di questa giovanissima vita. Enorme riconoscenza va alla famiglia che ha espresso il forte desiderio che il ragazzo potesse donare i propri organi, per tanto sono state attivate le procedure per effettuare gli espianti possibili". 

Cos'è successo

Una ricostruzione dei fatti restituisce la dinamica del terribile incidente. Nel pomeriggio del 12 gennaio, i soccorritori hanno raggiunto il ponte della Maddalena a Chiavari. Pare che il ragazzino - uscito con l'istruttore e altri ragazzi - si sia schiantato con la sua canoa contro un tronco e che, a causa dell'urto, il natante si sia piegato su se stesso rovesciandosi e tenendolo così in trappola sott'acqua.

I sommozzatori hanno raggiunto la canoa, con grande fatica a causa della forte corrente, e i vigili del fuoco da terra hanno attivato un verricello per liberare il giovane dalla morsa dell'acqua. Quando i soccorritori sono riusciti a portarlo a terra il 14enne era incosciente ed è stato portato in codice rosso al Gaslini con l'elicottero Grifo.

Sul caso la procura di Genova ha aperto un fascicolo. Le indagini condotte dal commissariato di Polizia di Chiavari procederanno con l'interrogatorio dell' istruttore che aveva programmato la discesa del fiume Entella nonostante la forte corrente dopo la piena di inizio settimana. Saranno sentiti anche gli altri ragazzi che hanno partecipato all'allenamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore canoista di 14 anni: era rimasto per oltre un'ora in acqua

Today è in caricamento