Uccide l'ex compagna e la figlia di lei, poi si toglie la vita

Dramma a Mussomeli, in provincia di Caltanissetta. Quando gli uomini dell'Arma e il personale del 118 sono arrivati i tre erano già privi di vita

Tre corpi senza vita. Dramma a Mussomeli, in provincia di Caltanissetta. La notte scorsa, in una abitazione nel cuore del centro storico, in via Santa Maria Annunziata, un giovane di 27 anni ha ucciso una donna di 48 anni, e la figlia di lei di 27 anni, poi si è tolto la vita. Quando gli uomini dell'Arma e il personale del 118 sono arrivati i tre erano già privi di vita. Sono in corso indagini per stabilire la esatta dinamica e il movente della tragedia avvenuta. I tre cadaveri giacevano in una pozza di sangue a poca distanza tra loro. Sul posto i rilievi dei reparti della scientifica.

Rosalia Mifsud e Monica Diliberto uccise a Mussomeli 

A scoprire il corpo senza vita di Rosalia Mifsud, 47 anni, e della figlia, Monica Diliberto, 27 anni, sono stati il fratello 21enne e il fidanzato della ragazza.  Accanto a loro anche il corpo dell'omicida, Michele Noto, 27 anni. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il giovane ieri sera si sarebbe presentato nello stabile in cui la donna vive con i due figli, armato di revolver, un'arma regolarmente detenuta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da settembre l'omicida aveva iniziato una relazione con la 47enne, una storia che la figlia della vittima, coetanea dell'omicida, aveva sin da subito ostacolato. Così Rosalia Mifsud aveva deciso di interrompere quel rapporto, una decisione che probabilmente il 27enne non aveva mai accettato sino in fondo. Stanotte, probabilmente al culmine di una discussione, avrebbe estratto la pistola ed esploso almeno quattro colpi di pistola. Per Rosalia Mifsud e la figlia non c'è stato scampo: i colpi hanno raggiunto le donne alla testa. Poi il giovane ha puntato l'arma contro di sé e si è sparato. Nell'abitazione gli investigatori dell'Arma non hanno trovato segni di colluttazione. 

Femminicidi, da Bolzano a Mazara del Vallo la scia di sangue non si ferma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il coprifuoco alle 22 in tutta Italia

  • Raimondo Todaro: "Con Elisa Isoardi sempre più uniti, ma in ospedale con me c’era la mia ex moglie"

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Fa la spia perché il vicino non rispetta la regola dei 6 in casa e finisce malissimo

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di giovedì 22 ottobre: numeri vincenti e quote

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento