Giovedì, 28 Ottobre 2021
Napoli

Prova a scappare ai killer: ucciso in scuola materna

NAPOLI. Ennesimo omicidio. Stavolta il luogo del delitto è il cortile di un asilo. In due, a volto coperto, a bordo di uno scooter hanno fatto fuoco contro Luigi Lucenti, 50 anni, che aveva cercato rifugio nell'edificio

Un altro omicidio a Scampia. Ad essere ucciso Luigi Lucenti, 50 anni. L'agguato in via Fratelli Cervi, nel cortile di una scuola materna del quinto circolo scolastico.

L'uomo è considerato vicino al clan Abbinate degli Scissionisti.

L'OMICIDIO. Lo hanno colpito quando era sotto casa. Poi, lo hanno inseguito e ucciso nel cortile dell'istituto scolastico dove, contrariamente a quanto appreso in un primo momento, non c'era il figlio della vittima e dove Lucenti ha cercato rifugio. C'è stato un vero e proprio inseguimento, dunque. Lucenti ha cercato in tutti i modi di sfuggire ai due che erano a bordo di uno scooter. La fase finale dell'agguato, che rientra a pieno nella cosiddetta faida di Scampia che vede opposti gli Scissionisti e i cosiddetti 'Girati', c'è stata nel cortile.

I BAMBINI NON SI SONO ACCORTI DI NULLA - "Stavamo preparando la recita di Natale cantando tutti insieme le canzoni. No, gli spari non li abbiamo sentiti e per fortuna i nostri bimbi non si sono accorti di nulla". A raccontarlo una docente del Lotto U del Quindi Circolo didattico 'Eugenio Montale', lì dove è stato ucciso Luigi Lucenti.

Napoli, omicidio nella scuola materna

"I bimbi sono stati fatti uscire da una uscita secondaria e non hanno visto il cadavere", ha aggiunto. La scuola è frequentata da bimbi di età compresa tra i tre e i cinque anni.

La notizia dell'agguato si è immediatamente diffusa tra i genitori che si sono recati a scuola. I docenti hanno fatto uscire i bimbi accompagnati dai loro genitori da un ingresso secondario proprio per evitare che potessero vedere qualcosa.

CHI È LA VITTIMA - Luigi Lucenti ha moltissimi precedenti per associazione a delinquere e droga. E' al vaglio se possa essere considerato vicino a qualche clan. L'agguato sembra essere di stampo camorristico. Classica la modalità: in due sono arrivati a bordo di uno scooter e hanno sparato numerosi colpi. I carabinieri che indagano confermano che non sono rimaste ferite altre persone. (da Napoli Today)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prova a scappare ai killer: ucciso in scuola materna

Today è in caricamento