Domenica, 18 Aprile 2021
Napoli

Napoli, spari davanti ai bambini: la 'stesa' contro la pasticceria Poppella

Il raid è avvenuto a pochi passi da una scuola, in pieno giorno: gli spari hanno colpito le vetrine antistanti il locale e sono stati esplosi alla presenza di passanti e bambini

NAPOLI - Raid alla Sanità contro la nota pasticceria Poppella intorno alle 7.30 del mattino. I malviventi hanno esploso una serie di colpi di arma da fuoco contro la vetrina dell'esercizio commerciale, conosciuto da tutti per i "Fiocchi di neve". Il raid è avvenuto a pochi passi da una scuola, in pieno giorno: gli spari hanno colpito le vetrine antistanti il locale e sono stati esplosi alla presenza di passanti e bambini, fortunatamente non raggiunti dai colpi di pistola.

LA CRONACA DI NAPOLI TODAY - Sono quattro o cinque i bossoli rinvenuti sull'asfalto. Sul caso indagano carabinieri e polizia. Non ci sono stati feriti. Indagini in corso per risalire ai colpevoli della stesa. "Non me lo dovevano fare, sto male", sarebbe stato l'unico commento di Ciro Poppella, titolare della pasticceria riguardo l'accaduto.

DE MAGISTRIS -È un fatto inaccettabile, grave, inaudito. Adesso sta per arrivare anche il nuovo Questore, che ho sentito telefonicamente. Quando si spara deve intervenire lo Stato: forze dell’ordine e magistratura, che a Napoli fanno un lavoro encomiabile ma devono essere ulteriormente rafforzate. Trovo inaccettabile che si possa sparare indisturbatamente nella nostra città, può accadere una volta, due volte ma se comincia ad accadere troppo spesso c’è un problema di risorse numeriche delle forze dell’ordine”. E' il commento del sindaco di Napoli sugli spari di questa mattina alla Sanità, contro la pasticceria Poppella.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli, spari davanti ai bambini: la 'stesa' contro la pasticceria Poppella

Today è in caricamento