Venerdì, 25 Giugno 2021
bullismo / Lecce

Sassi contro le finestre: il centro per ragazzi down preso di mira dai bulli

Sarebbero cinque i ragazzi responsabili degli "agguati": in tre sono stati individuati e denunciati: due 16enni e un 17enne. Altri due potrebbero essere identificati a breve. I fatti in Salento

Foto LeccePrima

Esplosione di petardi, vari danneggiamenti, persino qualche tentativo d’incendiare il portone. A Nardò, in Salento, una baby gang ha preso di mira un centro per ragazzi down. Sarebbero cinque i ragazzi responsabili degli "agguati": in tre sono stati individuati e denunciati: due 16enni e un 17enne. Altri due potrebbero essere identificati a breve e finire nello stesso fascicolo in mano alla Procura minorile, con l’accusa di danneggiamento aggravato e continuato in concorso.

Gli ospiti del centro, racconta LeccePrima, si sentivano ormai intimoriti da quei continui atti di violenza tanto che la responsabile alla fine ha deciso di rivolgersi alla polizia. 

Diverse le scorrerie dei bulli: in un caso i ragazzini hanno dato fuoco ad un mucchio di spazzatura che loro stessi avevano portato nei pressi della porta d’ingresso della sede. In un'altra occasione hanno preso a calci e divelto il box contenente il contatore del gas. Per non parlare dei petardi fatti esplodere in un bocchettone di areazione della struttura e dei lanci di sassi e bottiglie contro le finestre. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassi contro le finestre: il centro per ragazzi down preso di mira dai bulli

Today è in caricamento