Sabato, 6 Marzo 2021
Napoli

Il bimbo nato tra i rifiuti salvato da polizia e 118

La madre, una giovane senza dimora, ha partorito nei pressi dell’ex area Nato di Poggioreale, alla periferia di Napoli.

Foto di repertorio

È venuto al mondo tra i rifiuti, in uno stabile abbandonato, partorito da una giovane senza fissa dimora. Avvolto in un vecchio cappotto, insanguinato e cianotico, il piccolo è stato portato d’urgenza in ospedale, monitorato ma non in pericolo di vita. 

È successo questa mattina alla periferia orientale di Napoli. La madre è una 29enne marocchina che, come tanti altri senza fissa dimora, aveva trovato rifugio nell’area ex Nato di Poggioreale, in uno stabile in disuso nei pressi di una struttura sportiva abbandonata. 

Il bimbo partorito tra i rifiuti a Poggioreale

Alcune persone si sono accorte di ciò che era appena accaduto e hanno chiamato subito la polizia. Quando sono arrivati, gli agenti hanno trovato il piccolo avvolto in un vecchio cappotto, ancora insanguinato e cianotico. Sul posto è intervenuta subito un’ambulanza che ha portato il piccolo all’ospedale Santobono di Napoli. Soccorsa anche la madre del bambino, che è stata portata al Villa Betania. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bimbo nato tra i rifiuti salvato da polizia e 118

Today è in caricamento