Giovedì, 13 Maggio 2021
Brescia

Il no mask che aizza la folla e filma gli agenti con il cellulare: "L'obbligo è incostituzionale"

I fatti a Desenzano del Garda dove un 33enne è stato denunciato con le accuse di violenza e minaccia a pubblico ufficiale

Foto di repertorio

È stato notato in mezzo ad altre persone sprovvisto di mascherina di protezione per le vie respiratorie. Quando gli agenti del Commissariato della Polizia di Stato sono intervenuti, l'uomo si trovava poco distante da un bar di piazza Garibaldi, a Desenzano del Garda. Le parole delle forze dell’ordine però sono cadute nel vuoto.

Il giovane, un 33enne di origini albanesi, non solo si è rifiutato di indossare la mascherina, ma ha iniziato a riprendere gli agenti con il telefono cellulare e ad urlare in mezzo alla gente: "Questo obbligo è incostituzionale perchè viola la libertà personale".

Gli agenti, per motivi di ordine pubblico, si sono allontanati dal bar, ma hanno tenuto d'occhio il 33enne e, poco dopo l'accaduto, lo hanno fermato e controllato, mentre ancora cercava di aizzare le persone che si trovavano poco distanti da lui urlando a gran voce frasi contro gli agenti, lo Stato e le normative Covid.

La bravata gli è costata cara: a suo carico è scattata una denuncia con le accuse di violenza e minaccia a pubblico ufficiale.in cui sono chiuse anche le scuole.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il no mask che aizza la folla e filma gli agenti con il cellulare: "L'obbligo è incostituzionale"

Today è in caricamento