rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Omicidi / Novara

Novara, ucciso e sepolto nel bosco: in carcere un ultrà

A uccidere Andrea Gennari, tifoso del Novara, è stato un amico: Nicola Sansarella. L'omicidio al termine dell'incontro tra la squadra di casa e il Trapani

NOVARA - Si chiama Nicola Sansarella, 40 anni ultrà del Novara già colpito da Daspo, conosciuto alle forze dell'ordine per risse e pestaggi, l'uomo accusato dell'omicidio di Andrea Gennari, il cui corpo senza vita è stato ritrovato ieri in un boschetto alla periferia della città.

L'OMICIDIO - I due si conoscevano e avrebbero gestito insieme nella città piemontese un bar frequentato dai tifosi. Lunedì avevano visto insieme la partita del Novara calcio con il Trapani, poi un litigio per qualche parola fuori posto e soprattutto per effetto di qualche bicchiere di troppo. 

OCCULTAMENTO DI CADAVERE - Calci e pugni, Gennari viene colpito a morte con un bastone e seppellito poco distante grazie all'intervento di una terza persona, ora indagata per concorso in occultamento di cadavere. La madre di Andrea ne denuncia la scomparsa e Sansarella fermato dai carabinieri porta gli inquirenti a scoprire il cadavere. Interrogato sino a tarda notte, il 40enne avrebbe ammesso il delitto. (da Novara Today)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, ucciso e sepolto nel bosco: in carcere un ultrà

Today è in caricamento