Lunedì, 8 Marzo 2021
Palermo

L'uomo che lancia oggetti dal balcone contro i poliziotti

È successo a Palermo. A finire in manette è stato un 35enne, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, resistenza, violenze e minacce a pubblico ufficiale

Tutto è partito da una segnalazione alla polizia dei vicini di casa, infastiditi dalla musica e dagli schiamazzi che provenivano da un'abitazione. I poliziotti intervenuti sul posto erano appena scesi da casa sua, dopo averlo redarguito e invitato ad abbassare il volume della musica e della voce, quando ha iniziato a lanciare oggetti dal balcone contro gli agenti, litigando nel frattempo con la compagna. E non appena i poliziotti sono tornati nell’appartamento, è scoppiato il parapiglia. È successo sabato notte a Palermo in via Trappetaro, al Capo, non lontano dal tribunale.

L'uomo che lancia oggetti dal balcone contro i poliziotti a Palermo

A finire in manette è stato un 35enne, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, resistenza, violenze e minacce a pubblico ufficiale. In un primo momento, dopo l’arrivo degli agenti delle volanti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, il 35enne sembrava aver compreso le ragioni delle lamentele di alcuni vicini di casa. Poi avrebbe avuto un "ripensamento", scagliandosi contro la compagna e il personale in divisa, noncurante della presenza del figlio di 14 anni. Una volta immobilizzato e ammanettato il 35enne è stato portato negli uffici della Questura. Durante il giudizio per direttissima di martedì, dopo la convalida dell’arresto, il giudice per le indagini preliminari ha disposto per lui la misura cautelare dell’obbligo di firma.

Denunciata anche la giovane donna - una 22enne - per resistenza, oltraggio e violenza. Anche lei infatti, nel tentativo di opporsi all’arresto, avrebbe aggredito gli agenti colpendone uno al volto con un pugno.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo che lancia oggetti dal balcone contro i poliziotti

Today è in caricamento