Sabato, 20 Luglio 2024
OMICIDI / Brescia

Nigeria, missionaria italiana uccisa a colpi di machete

La vittima, Afra Martinelli di 78 anni, raggiunta alla nuca da un colpo di machete durante una rapina. I suoi collaboratori del Centro Regina Mundi l'hanno trovata la mattina seguente in una pozza di sangue. E' spirata dopo dodici giorni di coma

NIGERIA - Massacrata con un colpo di machete nel corso di una rapina. E' morta così, due giorni fa e dopo due settimane di agonia, Afra Martinelli, la missionaria laica originaria di Ciliverghe (Brescia) che, da trent'anni, impegnava le sue giornate per aiutare le persone più bisognose dell'Africa.

L'aggressione è avvenuta all'interno della sua abitazione a Oguashi-Ukwu, circa 400 chilometri da Lagos, nel cuore della foresta nigeriana. I banditi le hanno rubato le chiavi del laboratorio di informatica che lei stessa aveva contributo a fondare, per poi fare razzia di computer e altro materiale.

La mattina del 26 settembre, alcuni suoi collaboratori del Centro Regina Mundi, dove ha sede il laboratorio, l'hanno ritrovata riversa a terra in una pozza di sangue, fuoriuscito da una profonda ferita alla nuca. Dopo 12 giorni di coma, Afra si è spenta all'età di 78 anni. (da Brescia Today)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nigeria, missionaria italiana uccisa a colpi di machete
Today è in caricamento