Venerdì, 16 Aprile 2021
Caserta

Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

I Carabinieri hanno arrestato un 43enne di Castel Volturno che ha confessato di aver accoltellato un amico durante una cena per poi abbandonarlo in condizioni disperate davanti al Pronto Soccorso

Un’autovettura si ferma davanti al pronto soccorso della clinica Pineta Grande di Castel Volturno: sul sedile dell'auto un uomo con una ferita da arma da taglio al torace. Appena i sanitari lo soccorrono l'autista risale in auto e si allontana senza dare ulteriori spiegazioni.

L'uomo ferito si chiama Augusto Grillo e nonostante i soccorsi pochi minuti dopo l'arrivo in clinica va in arresto cardiaco e muore. Aveva appena 37 anni ed era residente a Giugliano in Campania.

I carabinieri della stazione di Castel Volturno e del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Mondragone, avvertiti dal personale sanitario, si sono recati nella clinica e attraverso la visione delle immagini del sistema di videosorveglianza, sono riusciti a risalire al proprietario dell'auto.

P. U., un 43enne incensurato, vistosi alle strette, ha ammesso di aver ucciso il 37enne a seguito di un diverbio scaturito per futili motivi durante una cena nella sua casa estiva all'interno del parco "Le Anfore" di Castel Volturno, dove era presente anche una terza persona.

Nel corso dell'interrogatorio, alla presenza del sostituto procuratore di Santa Maria Capua Vetere Simona Faga, il 43enne ha ammesso di aver ucciso l'amico con un fendente sferrato con un coltello da cucina. I Carabinieri hanno trovato il coltello, poggiato su un tavolo in giardino, sequestrandolo. Il 43enne è stato portato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Today è in caricamento