Mercoledì, 12 Maggio 2021
Il killer confessa tutto / Bari

Ucciso con 3 colpi di pistola dopo il litigio per il pagamento dell'affitto

E' stata fondamentale la testimonianza del coinquilino di Santino Xhyra, il 28enne albanese ucciso in strada con 3 colpi di pistola. La polizia ha infatti ricostruito la dinamica dei fatti, scoprendo come il delitto sia scaturito da un litigio per alcuni pagamenti

Il luogo della sparatoria - FOTO BARITODAY

Freddato a colpi di pistola perché aveva colpito con un pugno l’uomo con cui stava litigando per l’affitto dell’appartamento. E’ in questo contesto che si è consumato l’omicidio di  Santino Xhyra, l’albanese di 28 anni ucciso ieri a Bari con 3 colpi di arma da fuoco. La polizia ha fermato un albanese di 40 anni, che avrebbe confessato il delitto e ora è accusato di omicidio e detenzione abusiva dell’arma.

Secondo quanto riporta anche BariToday, la vittima viveva nell’appartamento con un coinquilino ai quali ieri si è presentato il proprietario di casa, lamentando il fatto che i due albanesi fossero indietro con il pagamento delle spese di affitto. Nella lite è entrato anche il 40enne, arrivando alle mani con Xhyra. Il 40enne ha colpito con uno schiaffo il 28enne, il quale ha reagito con un pugno. Sembrava finita lì ma, stando anche alla testimonianza del coinquilino testimone e al racconto del presunto killer, quest’ultimo è andato a prendere la pistola, è tornato e ha sparato al suo rivale con il quale era arrivato alle mani poco prima.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso con 3 colpi di pistola dopo il litigio per il pagamento dell'affitto

Today è in caricamento