rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
CRONACA / Viterbo

Viterbo, uccide la compagna per un sms: "Ma mi sbagliavo"

L'uomo era convinto che la donna lo tradisse con un connazionale loro coinquilino. Dopo aver raccontato l'omicidio ai carabinieri, ha confessato: "Mi sbagliavo"

VITERBO - Era convinto che lei lo tradisse. E quando il suo cellulare è squillato per un sms, non ci ha visto più. Ha cominciato ad alzare la voce, a non sentire le parole della sua compagna, una quarantottenne di nazionalità romena. Poi, ha afferrato un coltellaccio da cucina e si è scagliato contro la sua compagna. Fino a lasciarla senza vita sul letto della loro casa di Canino, nel viterbese. 

Ma l'uomo, un romeno di quarant'anni, si sbagliava. Ed è stato lui stesso ad ammetterlo ai carabinieri che lo hanno arrestato. Ha raccontato dei sospetti su quel connazionale che divideva la casa con lui e sulla compagna. E di quel messaggio che ha dato il là alla sua furia omicida. Una furia che si è placata solo dopo le coltellate, quando l'uomo - resosi conto di quello che aveva fatto - ha chiamato i carabinieri. 

Per la sua compagna, però, era già troppo tardi: è morta alle ventitré di lunedì sera, sull'ambulanza che la portava in ospedale. Ora i carabinieri stanno cercando, con l'aiuto dell'Ambasciata romena, di contatta i parenti dei due per informarli su ciò che è successo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viterbo, uccide la compagna per un sms: "Ma mi sbagliavo"

Today è in caricamento