Sabato, 25 Settembre 2021
Città Modena

Donna sgozzata in casa: fermato il nipote

Dramma a Finale Emilia. Il ragazzo di 32 anni ha aggredito la zia col coltello

E' stato fermato il giovane nipote della donna marocchina uccisa in casa a Finale Emilia (Modena). Gli accertamenti sulla vicenda sono stati portati avanti dai carabinieri. L'uomo finito in manette, 32 anni, anche lui di nazionalità marocchina - secondo quanto riferito da diverse fonti di stampa locale - sarebbe stato da poco dimesso da una clinica psichiatrica. La donna, 50 anni, è stata sgozzata con diversi colpi al collo.

I carabinieri erano intervenuti intorno alle ore 18  in vicolo dei Grigioni, una piccola laterale di Piazza Verdi nel centro di Finale Emilia. Una donna 50enne di origine marocchina era stata uccisa. Sul posto sono intervenuti, insieme al medico del 118, i Carabinieri e la Municipale.

Omicidio vicolo Grigioni a Finale Emilia (Modena): fermato nipote vittima

Il giovane poi fermato avrebbe aggredito la zia con un coltello, procurando almeno tre tagli sul collo. Il giovane è stato fermato e accompagnato in ospedale in stato di shock. Sul posto il Magistrato di turno. 

La famiglia marocchina viveva da tempo a Finale Emilia, ma la donna era arrivata in paese solo da poco tempo per ricongiungersi al marito, di professione ambulante. È stato il figlio della vittima, un ragazzo di 17 anni, a dare l'allarme.

Chi ha ucciso Umberto Ranieri? Le due ipotesi sulla morte del pittore colpito da un pugno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna sgozzata in casa: fermato il nipote

Today è in caricamento