rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Città Napoli

Omicidio Fortuna, i pm chiedono l'ergastolo per Raimondo Caputo

La piccola fu uccisa a Caivano nel 2014. La richiesta è stata formulata al termine della requisitoria davanti ai giudici della quinta sezione della Corte d'Assise

I pm Domenico Airoma e Claudia Maone hanno chiesto la condanna all'ergastolo con sei mesi di isolamento diurno per Raimondo Caputo, detto Titò, accusato dell'omicidio della piccola Fortuna Loffredo, avvenuto a Caivano nel giugno del 2014.

La richiesta è stata formulata al termine della requisitoria davanti ai giudici della quinta sezione della Corte d'Assise. Chiesti anche 10 anni di reclusione per Marianna Fabozzi, ex compagna di Caputo imputata per concorso in abusi sessuali.

Pochi giorni fa, durante il processo, Caputo ha dichiarato di essere il capro espiatorio della famiglia di Marianna che, a suo dire,  avrebbe ucciso Fortuna come suo figlio Antonio. Per la morte del piccolo, avvenuta in circostanze del tutto analoghe a quelle di Fortuna soltanto un anno prima, la donna è indagata per omicidio volontario, Caputo per favoreggiamento.

La notizia su NapoliToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Fortuna, i pm chiedono l'ergastolo per Raimondo Caputo

Today è in caricamento