Giovedì, 5 Agosto 2021
Città Genova

Genova Pegli, padre e figlio uccisi per un apprezzamento a una ragazza

Le vittime sono Adriano Lamberti, 51 anni, e il figlio Walter di 27. L'omicida bloccato dalla polizia poco dopo

Foto GenovaToday

GENOVA - Una lite nata per futili motivi - presunte frasi di apprezzamento a una ragazza - e l’epilogo peggiore che si possa immaginare, con gli spari che squarciano la notte e lasciano Adriano Lamberti, 51 anni, e il figlio Walter, 27, entrambi residenti a Pra', feriti a morte sull’asfalto.

LA RICOSTRUZIONE - L’intero quartiere di Pegli è sotto shock dopo che ieri sera sul lungomare meta di tanti turisti e residenti è andata in scena una sparatoria, con il killer, un 60enne, che dopo avere estratto la pistola e fatto fuoco si è dato alla fuga abbandonando l’arma e le due vittime, prima di essere rintracciato dalla polizia accorsa sul luogo. Tutto inizia intorno alle 21 nel bar tabacchi Riveglio, ritrovo di molti pegliesi: l'uomo entra accompagnato da due donne, a Walter Lamberti sfugge un complimento e si innesca la miccia. Volano parole grosse: il padre interviene per difendere il figlio, la lite si sposta fuori dal bar per “regolare i conti”. Una volta fuori, però, il killer estrae una semi automatica e la punta contro ai due facendo fuoco.

Adriano Lamberti viene raggiunto al torace, il figlio Walter allo stomaco. L'uomo approfitta della confusione per darsi alla fuga mentre sul posto convergono diverse volanti della polizia e quattro ambulanze. I tentativi di rianimare il padre sono tutti inutili, mentre il figlio viene accompagnato d’urgenza al Villa Scassi, dove muore pochi minuti dopo il ricovero. Gli agenti della Squadra Mobile hanno individuato e arrestato l’assassino poco dopo la sparatoria.

La notizia su GenovaToday
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genova Pegli, padre e figlio uccisi per un apprezzamento a una ragazza

Today è in caricamento