Mercoledì, 16 Giugno 2021
Città Roma

Gioielliere ucciso a Roma: caccia al killer con la parrucca

I carabinieri sono sulle tracce dell'uomo che ieri ha ucciso Giancarlo Nocchia, 70 anni, all'interno del suo negozio, in zona Prati a Roma

(foto RomaToday)

ROMA - Nella capitale si dà la caccia al "rapinatore con la parrucca" che ieri pomeriggio ha ucciso un gioielliere di 70 anni, Giancarlo Nocchia, nel suo negozio in via dei Gracchi, nel centralissimo quartiere Prati. Come ricostruisce RomaToday, si è trattato di una rapina finita male, un colpo progettato e premeditato.

Le telecamere hanno ripreso tutto (GUARDA LE FOTO). Qui però spunta la premeditazione del colpo. Secondo quanto trapela dagli inquirenti, infatti, il rapinatore avrebbe agito travisato da una parrucca. In pratica era consapevole di essere ripreso e per questo motivo ha indossato i finti capelli per celarsi e fingersi cliente. I video hanno ripreso tutto, anche la fuga. L'uomo avrebbe svoltato per via Fabio Massimo e avrebbe quindi fatto perdere le proprie trace

LA RICOSTRUZIONE - I fatti sarebbero avvenuti tra le 15.30 e le 16. Nocchia riapre il locale. E' il barista suo vicino ad indicare l'ultimo momento in cui l'ha visto, collocando l'avvistamento intorno alle 15.30. Dopo pochi minuti qualcuno entra. Un volto noto, evidentemente. Come tutte le gioiellerie anche quella di via Gracchi aveva infatti la porta chiusa dall'esterno e l'apertura sbloccabile solo dall'interno. E qui un'altra convinzione di chi indaga: il malvivente era noto a Nocchia. Forse si era presentato qualche giorno prima in negozio, magari chiedendo informazioni su qualche gioiello. Per questo, forse, Nocchia ha aperto.

Una volta entrato però le cose cambiano. L'acquirente si trasforma in malvivente e tenta la rapina. A quel punto, si suppone, Nocchia reagisce ma trova a fermarlo un colpo secco in testa. Una ferita profonda che non gli lascia scampo. Il rapinatore svuota tutto e fugge via. Ad avallare il fatto che Nocchia si fidasse di chi l'ha ucciso ci sono le testimonianze di amici e parenti che descrivono l'apprezzato orafo 70enne come un uomo molto prudente. Una prudenza figlia di altre tre rapine subite. (continua a leggere su RomaToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioielliere ucciso a Roma: caccia al killer con la parrucca

Today è in caricamento