Lunedì, 25 Gennaio 2021
Napoli

Luciano Caronte: ucciso in casa con una coltellata al petto, fermato il figlio della compagna

L'unico indiziato è Danilo I., 30enne operaio e incensurato, affetto da disturbi psicotici. L'omicidio in via Roma a Bacoli, in provincia di Napoli

Foto di repertorio

La svolta nelle indagini arriva quasi subito. I carabinieri della stazione di Bacoli (Napoli) hanno eseguito nella notte un fermo di indiziato di delitto - emesso dal Pubblico Ministero - per omicidio aggravato nei confronti di Danilo I., 30enne operaio e incensurato, affetto da disturbi psicotici.

L'omicidio di Luciano Caronte in via Roma a Bacoli

L'uomo, napoletano, avrebbe ucciso con una coltellata (probabilmente un coltello da cucina) al petto il compagno 59enne della madre, Luciano Caronte, in via Roma. Caronte, che viveva in quella casa con la compagna e i due figli di lei, è stato trovato riverso sul pavimento della cucina: è deceduto durante le operazioni di rianimazione da parte del personale sanitario.

Fermato, il 30enne sarà portato nel carcere di Poggioreale in attesa di giudizio. Sul posto sono accorsi i carabinieri della compagnia di Pozzuoli e poco dopo il magistrato della procura della repubblica di Napoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luciano Caronte: ucciso in casa con una coltellata al petto, fermato il figlio della compagna

Today è in caricamento