rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Città Livorno

Uccide la nonna per una catenina d'oro

Le indagini sono arrivate alla svolta: Maria Orfeo, morta a seguito di un'aggressione, sarebbe stata uccisa da sua nipote e da un'amica. Tutto per rubarle una catenina

Livorno -  Aggredita e incappucciata mentre guardava la televisione a casa. Tutto per portarle via una collana d'oro con medaglione. L'unico gioiello rimastole.

Maria Orfeo, l'83enne deceduta tre giorni dopo un'aggressione avvenuta il 13 febbraio scorso, è morta per un monile poi venduto a 270 euro.

E ad ucciderla è stata sua nipote, con la complicità di un'amica.

E' questo lo scenario ricostruito dalla squadra mobile di Livorno. Le indagini, inizialmente, si erano concentrate sulla pista extracomunitari, suggerita proprio dalla nipote della donna. Ma la casa non presentava segni di effrazione e nel racconto della giovane sarebbero state riscontrate numerose incongruenze.

Ad incastrare definitivamente le due ci hanno pensato le testimonianze dei condomini che hanno raccontato di avere visto le due giovani in casa della vittima la sera dell'aggressione. 

La stessa sera in cui, dopo essere passate in ospedale a 'salutare' l'anziana donna, le due hanno smacchiato il gioiello e lo hanno venduto per 270 euro.

"Un caso di miseria morale maturato in ambito familiare", il commento del procuratore capo di Livorno, Francesco De Leo.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide la nonna per una catenina d'oro

Today è in caricamento