Martedì, 13 Aprile 2021
Roma

Ucciso in strada a coltellate: il corpo in una pozza di sangue trovato da un passante

La violenta aggressione in strada, in largo del Badile, al Tiburtino III. Fermato un amico

Omicidio nella Capitale. A Roma un uomo di 33 anni è stato colpito più volte alla testa e al petto con un coltello. C'è già un fermo. La violenta aggressione in strada, in largo del Badile, al Tiburtino III. L'uomo, di nazionalità tunisina, non ce l'ha fatta. Troppo gravi le ferite riportate. I soccorsi sono stati chiamati da un passante che quando non mancava molto a mezzanotte ha visto il corpo in una pozza di sangue.

In pochi minuti sono giunti sul posto forze dell'ordine e il personale medico del 118, che non ha potuto fare altro che constatare il decesso: salma poi trasportata al Verano per l'autopsia. Indagano i carabinieri di Montesacro e la VII sezione del Nucleo Investigativo di via In Selci, effettuati tutti i rilievi scientifici. In poche ore i militari dell'Arma sarebbero già riusciti a ricostruire il fatto, scrive RomaToday. L'arma del delitto non è ancora stata trovata. E' stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto con l'accusa di omicidio aggravato un albanese di 41 anni, incensurato, amico della vittima. L'avrebbe accoltellato al culmine di una discussione sorta per futili motivi.

Ucciso a colpi d'arma da fuoco mentre è in sella al suo scooter

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso in strada a coltellate: il corpo in una pozza di sangue trovato da un passante

Today è in caricamento