Sabato, 23 Ottobre 2021
Città

Non paga il pizzo e la 'ndrangheta lo uccide: c'è la svolta dopo 39 anni

Arrestati i presunti responsabili della morte dell'imprenditore Santo Nigro, ucciso nel 1981 a Cosenza: La sua uccisione doveva servire al clan per riaffermare il proprio potere

La svolta è arrivata a 39 anni di distanza: assicurati alla giustizia i presunti responsabili della morte dell'imprenditore Santo Nigro. Stamattina gli uomini della Sezione Operativa Dia di Catanzaro, coordinati dalla  Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, hanno arrestato due uomoni di 64 e 59 anni, in quanto ritenuti gravemente indiziati di concorso, a vario titolo, nell'omicidio dell'imprenditore, avvenuto il 18 novembre 1981 a Cosenza. 

Si tratta di due figure storiche di rilevo della criminalità organizzata cosentina. Le indagini, lunghe e complesse, hanno consentito di ricostruire che l'omicidio messo a segno la sera all'interno di un negozio in ristrutturazione di Nigro, nel corso del quale rimase ferito ad una gamba anche un figlio della vittima, fu deciso dai vertici del clan Perna-Pranno, perché Nigro si era rifiutato di aderire alle reiterate richieste estorsive del gruppo 'ndranghetista. Nigro il pizzo aveva deciso di non pagarlo. La sua uccisione doveva servire quindi al clan per riaffermare il proprio potere e costituire un monito per gli altri commercianti cosentini.

Cosenza, due arresti per l'omicidio di Santo Nigro

Nel corso delle indagini alcuni collaboratori di giustizia hanno parlato dell'omicidio Nigro, collaborazioni tutte concordanti sia sul movente che sui mandanti, e uno dei due uomini arrestati oggi si era assunto la paternità dell'omicidio nel corso del breve periodo della sua collaborazione con la giustizia, iniziato durante il maxi processo Garden e conclusasi nel 2000 con la sua fuga da località protetta. La fuga durò alcuni mesi. Poi l'uomo era stato arrestato nuovamente ed era finito in carcere fino al 2015. 

L'altra persona tratta in arresto oggi aveva fatto da palo ai killer, come riferito dai tutti i collaboratori di giustizia che hanno aiutato a fare luce sul tragico fatto di sangue.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non paga il pizzo e la 'ndrangheta lo uccide: c'è la svolta dopo 39 anni

Today è in caricamento