rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Città Milano

Sgozza il vicino perché usa l'acqua del palazzo per lavare la macchina: arrestato un muratore

In manette è finito un muratore di 59 anni. Dopo l'omicidio è andato a fare il rogito per comprare una casa e ci si è trasferito

Un muratore di cinquantanove anni è stato arresato con l'accusa di aver sgozzato il vicino di casa in via Parini a Solaro, nel milanese. 
Mario Zaffarana e la sua vittima, Michelangelo Redaelli, erano vicini di casa da circa vent'anni, ricostruisce Carmine Ranieri Guarino su MilanoToday, e pare che i rapporti fra i due non fossero mai stati buoni. 

Radaelli, descritto da tutti come persona schiva e solitaria, pare fosse solito usare l'acqua condominiale per lavare quasi quotidianamente la propria auto. Zaffarana non aveva mai accettato questa consuetudine. Due anni fa, il muratore aveva già aggredito il rivale, che non lo aveva denunciato, colpendolo con un pugno in faccia e rompendogli il naso. 

La mattina del 22 dicembre, come ricostruito dalle indagini, Zaffarana è uscito di casa con un coltello, ha sorpreso Redaelli nel suo box, gli ha sferrato due fendenti alla gola e poi ha lasciato il cadavere "incastrato" tra il muro e la macchina, per poi chiudere la saracinesca del box e andare via. 

Dopo l'omicidio, Zaffarana è andato da un notaio a firmare il rogito per l'acquisto di una nuova casa a Limbiate e poi si è incontrato con gli amici. Con loro avrebbe commesso il primo errore, raccontando di aver fatto tardi perché nel suo condominio era stato ritrovato il cadavere di un uomo, che in realtà verrà scoperto dai carabinieri soltanto il giorno dopo l'allarme lanciato da un conoscente della vittima. 

Dalle indagini sul cadavere della vittima gli inquirenti sono riusciti poi a risalire a Zaffarana capace, secondo il procuratore capo di Monza, "di procurare delle ferite raccapriccianti alla sua vittima, di tagliargli letteralmente la gola". 

I militari lo hanno arrestato e poi hanno sequestrato sei grossi coltelli da cucina nella sua abitazione di Limbiate, dove intanto era andato a vivere. La stessa casa che aveva acquistato il giorno stesso in cui aveva ucciso quel vicino che odiava. 

Tutti i dettagli su MilanoToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgozza il vicino perché usa l'acqua del palazzo per lavare la macchina: arrestato un muratore

Today è in caricamento