Domenica, 19 Settembre 2021
Omicidi / Milano

Spara e uccide un ladro in casa: indagato per omicidio volontario

L’uomo, un pensionato, ha aperto il fuoco contro il ladro, un ventottenne romeno, e lo ha ucciso. Si era procurato l’arma dopo i tanti furti subiti. E’ stato ascoltato dai carabinieri: è indagato per omicidio volontario

VAPRIO D'ADDA (MILANO) - Quei rumori nella notte gli hanno fatto tornare in mente i tanti furti subiti in passato. Così, questa volta, non ci ha pensato due volte: ha preso la sua pistola, si è alzato e ha aperto il fuoco contro quella sagoma che gli veniva incontro nel buio.  E’ questo, secondo la ricostruzione dei carabinieri, il film del furto finito in tragedia nella notte tra lunedì e martedì in un appartamento in via Cagnola.

LA VITTIMA - Non il proprietario di casa, come si pensava in un primo momento, ma il ladro: a restare sul pavimento, senza vita, è stato un ventottenne romeno. Ad aprire il fuoco, invece, è stato Francesco S., il sessantacinquenne proprietario di casa, che aveva deciso di procurarsi una pistola - detenuta regolarmente - proprio dopo i tanti incubi vissuti in passato. 

L'ALLARME - A dare l’allarme, nel cuore della notte, è stato lo stesso pensionato, che ha chiamato il 118. I medici intervenuti, però, non hanno potuto far altro che constatare il decesso e allertare i carabinieri della compagnia di Vimercate che erano già stati chiamati da una vicina e che ora indagano sul caso. 

LA RICOSTRUZIONE - Secondo quanto raccontato dallo stesso proprietario di casa ai militari, l’uomo ha sparato contro una persona che gli veniva incontro con qualcosa in mano, presumibilmente una torcia. Poi, è uscito e ha sparato altri due o tre colpi in aria, vedendo due complici della vittima fuggire.  Il ventottenne è morto praticamente sul colpo: i carabinieri lo hanno trovato senza le scarpe e con i calzini sulle mani, messi probabilmente per non lasciare impronte durante il colpo. 

L'ACCUSA -  Il pensionato è stato indagato con l’ipotesi di reato di omicidio volontario. In un primo momento sembrava infatti che il pensionato fosse accusato di eccesso colposo di legittima difesa. Poi, però, l’accusa è stata riformulata dalla Procura per permettere agli inquirenti di svolgere tutti gli accertamenti necessari. 

Tutti i particolari su Milano Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara e uccide un ladro in casa: indagato per omicidio volontario

Today è in caricamento