Sabato, 20 Luglio 2024
CRONACA / Milano

Milano, uccide collega e moglie: poi si suicida

Il dramma tra Segrate e Bottanuco, nel bergamasco. L'omicida ha ucciso il socio in un comune del comune del milanese, poi è tornato a casa e ha sparato alla moglie. Quindi, si è tolto la vita

MILANO - Tragedia in Lombardia, dove un uomo ha ucciso un suo collega di lavoro, poi ha ammazzato la moglie e si è suicidato. 

L'assassino, il 78enne Domenico Magrì, ha ucciso a colpi di arma da fuoco il suo socio, il 69enne Carmelo Orifici, in un cantiere di Segrate, in provincia di Milano. La vittima, un 69enne, è stato raggiunto dai colpi mortali poco prima delle 10:30. Sembra che i due avessero un appuntamento al quale doveva partecipare anche il figlio della vittima. Sarebbe stato proprio lui, arrivato in ritardo, a vedere Magrì allontanarsi in auto e a scoprire il cadavere del padre.

Il killer poi è tornato a casa, a Bottanuco - nel bergamasco - e ha sparato alla moglie. Infine, ha rivolto l'arma contro se stesso e si è tolto la vita. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, allertati dal figlio di Orifici, era già troppo tardi. (da MilanoToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, uccide collega e moglie: poi si suicida
Today è in caricamento