rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Città Taranto

Padre suicida, la figlia vuole disarmarlo: muoiono entrambi

Dramma a Leporano, in provincia di Taranto. L'uomo, guardia giurata di 55 anni, ha utilizzato la pistola d'ordinanza

LEPORANO (TARANTO) - Tragedia questa mattina in provincia di Taranto, nella cittadina di Leporano, in via Vivaldi. Una guardia giurata di 55 anni, Emidio Fanelli, ha ucciso (forse per una terribile fatalità) la figlia Rossana di 28 anni, studentessa universitaria, per poi togliersi la vita. Ha usato la pistola d'ordinanza.

I carabinieri e gli uomini della Scientifica hanno ascoltato alcuni testimoni e i vicini di casa per ricostruire la vicenda. Non sono ancora chiari i motivi del tragico gesto. L'uomo, da tempo in cassa integrazione, pare soffrisse di una grave malattia.

L'IPOTESI DI UN "INCIDENTE" - Gli investigatori ipotizzano che la figlia dell’uomo possa essere stata colpita mentre tentava di togliere l’arma dalle mani del genitore, sorpreso proprio nel momento del suicidio.

A quel punto, sarebbe partito accidentalmente un colpo, risultato fatale per la ragazza. Subito dopo, il 55enne si sarebbe tolto la vita sparandosi alla testa. A trovare i corpi senza vita dei due sarebbe stata la moglie di Fanelli. Oltre alla giovane rimasta uccisa, il vigilante aveva anche un'altra figlia più piccola.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre suicida, la figlia vuole disarmarlo: muoiono entrambi

Today è in caricamento