Venerdì, 30 Luglio 2021
Città Verona

Uccisa e fatta a pezzi, identificata la vittima: i carabinieri cercano l'ex marito

All'identificazione i carabinieri sono giunti grazie agli indizi delle ricognizioni medico legali

Il suo corpo era stato sezionato dall'assassino in una decina di pezzi, probabilmente con l'uso di una sega a motore, e abbandonato in campagna. E' stato identificato il corpo della donna trovato il 30 dicembre scorso in un campo di ulivi a Valeggio sul Mincio, in provincia di Verona. Il nome non è stato divulgato, ma i carabinieri hanno riferito all'Ansa che si tratta di una donna marocchina di 46 anni che viveva a Verona. Da circa vent'anni si trovava in Italia, dove ha lavorato saltuariamente come badante o donna delle pulizie.

C'è un dettaglio nella vita privata della vittima su cui ora gli investigatori stanno lavorando. La donna era separata dal marito e i carabinieri ora stanno cercando proprio lui, scrive VeronaSera.

Sono state le analisi medico legali a fornire ai militari gli indizi per risalire all'identità dalla donna. Analisi non facili dato che il corpo era stato ritrovato diviso in dieci parti, tutte abbandonate in un campo di Gardoni. È altamente probabile che la donna prima sia stata uccisa e poi il suo corpo sia stato tagliato con una sega elettrica. Capire ora come sia stata uccisa la vittima potrebbe essere un altro passo decisivo per le indagini.

La notizia e gli aggiornamenti su VeronaSera
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa e fatta a pezzi, identificata la vittima: i carabinieri cercano l'ex marito

Today è in caricamento