Lunedì, 2 Agosto 2021
Città Napoli

Napoli, ucciso perché amante della moglie di un boss

Vincenzo Amendola, ucciso e poi sepolto a San Giovanni a Teduccio, avrebbe intrattenuto una relazione con la moglie di un noto boss

Vincenzo Amendola, 18 anni

Si "vantava" di avere una relazione con la moglie di un boss locale: per questo Vincenzo Amendola, il 18enne trovato nelle campagne alla periferia di Napoli, sarebbe stato assassinato. Emergono particolari inquietanti dalle indagini sull'omicidio del giovane.

Il 4 febbraio scorso, Vincenzo Amendola è stato portato in un terreno di viale 2 Giugno di San Giovanni a Teduccio. Solo qui si è reso conto di essere finito in una trappola. Ad attenderlo c'era infatti il commando che lo avrebbe di lì a poco ucciso.

La dinamica dell'efferato delitto è stata ricostruita dal gip. Al momento c'è un fermo per la morte del diciottenne. Polizia e carabinieri hanno eseguito il fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, di Gaetano Nunziato, 23 anni, con precedenti per reati contro il patrimonio e reati in materia di stupefacenti.

Tutto sul caso di Vincenzo Amendola su NapoliToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli, ucciso perché amante della moglie di un boss

Today è in caricamento