rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Città Roma

Trovato morto con mani e piedi legati l'operaio svanito nel nulla una settimana fa

I parenti del 48enne ne avevano denunciato la scomparsa il 12 dicembre

Il cadavere di un operaio egiziano di 48 anni, scomparso il 12 dicembre, è stato trovato vicino all'abitazione da lui occupata abusivamente nel complesso delle case popolari di via Morandi, a Roma. La vittima aveva mani e piedi legati. I carabinieri indagano per omicidio. Il 48enne, che non aveva precedenti, viveva nell'appartamento con suo fratello e due connazionali. 

Il ritrovamento nel quartiere di Tor Sapienza: il corpo era in una intercapedine del complesso di case popolari. L'allarme è scattato alle 15 di sabato. A lungo i vigili del fuoco, con due squadre, hanno operato per recuperare la salma. Solo in serata il recupero del cadavere, con la macabra constatazione: l'uomo aveva mani e piedi legati. 

I parenti che ne avevano denunciato la scomparsa domenica scorsa hanno effettuato il riconoscimento. L'egiziano, operaio senza precedenti penali, viveva in un alloggio occupato abusivamente, nelle immediate vicinanze dal luogo del ritrovamento. La salma è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria. Si indaga  per omicidio volontario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato morto con mani e piedi legati l'operaio svanito nel nulla una settimana fa

Today è in caricamento