Lunedì, 10 Maggio 2021
Napoli

Ornella Pinto, l'ultima telefonata alla sorella prima di morire: l'ex Pinotto Iacomino ha confessato l'omicidio

Ha ammesso le sue responsabilità l'autore dell'ennesimo atroce femminicidio di questo inizio 2021. Ferita da almeno 12 coltellate, la donna era riuscita a chiamare la sorella chiedendo aiuto. Ma non c'è stato nulla da fare

Ha confessato e ammesso le sue responsabilità l'autore dell'ennesimo atroce femminicidio di questo inizio 2021. Ornella Pinto, 40 anni, è stata uccisa a Napoli da Pinotto Iacomino, 43 anni. 

Ornella Pinto: Pinotto Iacomino ha confessato l'omicidio

Ornella Pinto, insegnante di sostegno di 40 anni e madre di un bambino di quattro, è morta mentre il suo assassino, che intanto era arrivato fino a Terni, si era appena costituito ai carabinieri di Montegabbione, in provincia di Terni, raccontando di aver accoltellato la donna. Al maresciallo che ha raccolto la confessione (poi ribadita davanti al pm), Iacomino ha detto che da un anno lui e Ornella erano separati. Il maresciallo, ottenuti i necessari rinforzi di personale, ha avviato la prima raccolta di informazioni, con la collaborazione dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Terni e della Compagnia di Orvieto, immediatamente giunti sul posto. Condotto poi nel pomeriggio di sabato davanti al Sostituto Procuratore di turno della Procura di Terni, Iacomino, alla presenza del proprio avvocato, ha rinnovato la confessione dando la propria versione dei fatti: ora si trova in carcere a Terni a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L'ultima telefonata alla sorella prima di morire

Iacomino negli ultimi tempi viveva in Umbria. Venerdì sera in auto ha raggiunto Napoli, arrivando nella casa di piazza Carlo II mentre Ornella e il bambino di 4 anni, figlio della coppia, dormivano. Poi ha ammazzato la donna con una dozzina di fendenti. I medici, che hanno fatto di tutto in ospedale per salvarla, parlano di "brutalità inaudita". Dopo la brutale violenza, Pinotto Iacomino a bordo della sua Mazda ha percorso più di 300 chilometri al volante prima di presentarsi dai carabinieri e confessare tutto. Ornella Pinto, ferita, ha chiamato la sorella chiedendo aiuto. Intorno alle 4.30 è stata la sorella a chiamare gli agenti di polizia e i soccorsi. Purtroppo non c'è stato nulla da fare. Ornella è morta all’ospedale Cardarelli dopo quasi cinque ore dal suo arrivo al pronto soccorso.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ornella Pinto, l'ultima telefonata alla sorella prima di morire: l'ex Pinotto Iacomino ha confessato l'omicidio

Today è in caricamento