rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Città

Il papà muore per coronavirus, lei scrive a medici e infermieri: "Ce l'avete messa tutta"

"Ora anche mia mamma è ricoverata. Spero che ce la farà, ma so che è in ottime mani"

"Sono una mamma di 45 anni. Una moglie ma prima di tutto una figlia. Di due genitori meravigliosi. Il mio papà ci ha lasciato ieri, colpito dal virus da venerdì. Solo. Senza sua moglie, senza i suoi 2 figli a tenergli la mano. Ma so che è stato circondato da tanta umanità". Così si legge nella lettera che una donna di 45 anni ha scritto per ringraziare i medici e gli infermieri del Policlinico di Milano che si sono presi cura del papà, una delle tante vittime del Covid-19. Nonostante il dolore, la 45enne ha voluto mostrare la sua gratitudine ai camici bianchi e a tutto il personale dell’ospedale per aver fatto il possibile. 

"Io lo so che correte. E ce la mettete tutta e vi ringrazio di cuore - scrive la donna -. Ora anche mia mamma è ricoverata. E spero che ce la farà. Posso solo sperare, consapevole però che è in ottime mani".

"Grazie a tutta l'équipe. Grazie per le corse, grazie per un sorriso nascosto dalla mascherina, grazie per il coraggio e la professionalità. Grazie a tutti ragazzi! Spero di potervi ringraziare uno per uno quando tutto sarà finito. Spero di potervi stringere la mano - l'auspicio della donna -, guardavi negli occhi e trasferirvi tutta la mia stima e la mia riconoscenza. Grazie di cuore. Da una mamma, un nipote e un genero". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il papà muore per coronavirus, lei scrive a medici e infermieri: "Ce l'avete messa tutta"

Today è in caricamento