rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Città Monza e della Brianza

"Che bello stuprare bambini. Sì alla pedofilia": pagina shock su Fb, indagato un 21enne

La segnalazione era partita dalla Sicilia e gli agenti della Polizia Postale sono risaliti all'autore: si tratta di un giovane disoccupato monzese, che ora è indagato

"Che bello stuprare bambini. Sì alla pedofilia". Questo il il titolo shock della pagina Facebook creata da un 21enne disoccupato di Monza, al quale sono risaliti gli agenti del Compartimento Polizia Postale Sicilia Orientale.

I poliziotti hanno rintracciato la pagina social che inneggia alla violenza sessuale su piccoli minorenni e ora il suo autore è indagato dalla Procura Distrettuale di Catania per istigazione a pratiche di pedofilia e pedopornografia.

L'indagine della polizia postale era scattata in seguito a una segnalazione proveniente dall'associazione Meter di Don Fortunato Di Noto e, in seguito agli accertamenti ora la pagina è stata oscurata. Sono stati sequestrati computer e smartphone e sono in corso analisi tecniche per verificare eventuali ipotesi di abusi sessuali su minori.

La notizia su MonzaToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Che bello stuprare bambini. Sì alla pedofilia": pagina shock su Fb, indagato un 21enne

Today è in caricamento