rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Città Palermo

Autista chiede il rispetto delle norme anti-Covid e si becca un pugno in faccia

Aggressione a Palermo ai danni di un conducente Amat che ha rimediato la frattura del setto nasale

Aggressione a Palermo ai danni di un conducente dell'Amat, l'azienda che gestisce il trasporto pubblico. La sua colpa? Aver invitato un passeggero a scendere perché il mezzo era già pieno fino alla capienza consentita dalle norme anti Coronavirus. Per tutta risposta si è beccatto un pugno in faccia. E' successo ieri all'angolo tra via Roma e via Cavour, su un bus della linea 102. 

Il dipendente dell'Amat ha rimediato una frattura del setto nasale. L'aggressore invece, dopo aver sferrato il pugno, ha fatto perdere le sue tracce. Sono in corso le indagini della polizia per individuare l'autore del gesto. 

Gli autisti lamentano le difficoltà nella gestione dei passeggeri e riferiscono che, in molte vetture, sono devono guidare e contemporanemente far rispettare le norme previste da ordinanze e dpcm. Il tutto in completa solitudine. L'Amat avrebbe incrementato il supporto ai conducenti nelle linee che collegano la città con la borgata marinara di Mondello, ieri letteralmente presa d'assalto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autista chiede il rispetto delle norme anti-Covid e si becca un pugno in faccia

Today è in caricamento