Domenica, 7 Marzo 2021
Varese

Il giovanissimo e insospettabile studente palpeggiatore che puntava le donne sole

Preso a Varese: è accusato di aver molestato (almeno) nove vittime tra i 13 e i 53 anni che camminavano per le strade della città. Sconcertata la famiglia

Foto repertorio

Preso il palpeggiatore di Varese. Giovedì mattina i poliziotti della squadra mobile hanno eseguito la misura cautelare del collocamento in comunità nei confronti un minorenne di origine straniera, studente in una scuola superiore. Il giovanissimo è accusato di aver molestato e palpeggiato (almeno) nove donne tra i 13 e i 53 anni che camminavano per le strade della città.  E' quanto si legge in una nota del procuratore presso il Tribunale per i minorenni di Milano, Ciro Cascone: le violenze contestate sono spesso aggravate da diverse circostanze: minore età della vittima e stato di gravidanza di una delle donne.

Palpeggia donne in strada a Varese: preso

Le vittime, tutte aggredite nella prima metà dello scorso settembre, venivano scelte a caso tra le donne sole, "non caratterizzate con precisione né per fattezze fisiche né per età". Gli investigatori della Mobile sono risaliti al giovane dall'analisi delle 10 denunce presentate e dall'analisi delle telecamere di videosorveglianza vicine ai luoghi delle aggressioni. La perquisizione della sua abitazione disposta dal pm Sabrina Ditaranto, che ha coordinato le complesse indagini, ha consentito di trovare anche i capi d'abbigliamento descritti dalle vittime e di ricostruire con una certa esattezza i suoi spostamenti proprio nei giorni in cui sono stati commessi i reati.

La famiglia del giovane è "sconcertata"

Sempre secondo quanto spiegato dal procuratore, i familiari del ragazzo hanno immediatamente collaborato con gli inquirenti e sono rimasti sconcertati non riuscendo a darsi una spiegazione del suo comportamento. Il giovane infatti "vive in una famiglia ben inserita nel tessuto sociale varesino: i genitori lavorano regolarmente e il fratello maggiore studia all'università". "La necessità di comprendere l'origine disfunzionale della condotta e di correggerla con efficacia" ha indotto la Procura a chiedere il collocamento del giovane in una comunità educativa, "che è stata scelta con cura, tra le varie disponibili, stante la particolarità del reato commesso e la portata molto infamante, anche in ambito comunitario, del reato: elementi che rendono l'intervento cautelare particolarmente articolato".

"Vuoi comprare un santino?": avvicina una ragazza, la bacia e poi la palpeggia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giovanissimo e insospettabile studente palpeggiatore che puntava le donne sole

Today è in caricamento