Giovedì, 29 Luglio 2021
Città Caserta

"Buongiorno Luca, sono Francesco". Al telefono era proprio il Papa

Il racconto dello studente: "Papa Francesco ha avuto grande rispetto per quello che avevo da raccontare"

In un momento di grande sconforto, ha provato a racchiudere tutti i suoi dubbi di uomo di fede e destinarli a Papa FrancescoLuca Caiazzo, 25enne di Mondragone, ha espresso in una lettera consegnata l’11 ottobre a Bergoglio il profondo dolore che stava vivendo in seguito ad un drammatico fatto familiare che lo aveva colpito (un omicidio-suicidio che ha avuto come vittima sua zia ed il cuginetto).

Come riporta Caserta News Luca aveva provato cercare le risposte nella fede e le sue preghiere si sono manifestate nella telefonata ricevuta venerdì mattina da Papa Francesco. “Signor Luca Caiazzo, sono Francesco”: è iniziata così la telefonata più importante ricevuta dal giovane studente dell’Istituto di Scienze religiose di Caserta che è anche consigliere della Caritas da 3 anni ed è molto attivo nella parrocchia di San Rufino.

“E’ stata una telefonata che mi ha emozionato - racconta oggi Luca a CasertaNews-. Papa Francesco è stato molto elegante e rispettoso. Ho riconosciuto subito la sua voce perché proprio in quel momento stavo scaricando un video del Papa che volevo mostrare durante il corso in chiesa. Quello che mi ha impressionato è stata la sua capacità di ascolto. In poco più di 10 minuti sono riuscito a porgli tutti i dubbi che mi avevano assalito dopo una brutta esperienza che ha colpito la mia famiglia. Il Papa ha poi pregato per la nostra comunità diocesana e per il nostro Vescovo Orazio Francesco, per i sacerdoti, soprattutto per la mia amata comunità di San Rufino ed infine per la Gi.Fra di Mondragone alla quale appartengo. Poi mi ha detto di dare un abbraccio a mia madre da parte sua. E’ stato uno dei momenti più belli della mia vita, per la testimonianza e la fiducia che un gesto come questo può dare a chi, come me, ha ancora fede”.

E conclude: “Questa telefonata di Papa Francesco mi ha lasciato un’ansia di ascoltare ed un grande sentimento paterno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Buongiorno Luca, sono Francesco". Al telefono era proprio il Papa

Today è in caricamento