rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Città Milano

Festa delle famiglia: Papa in città, tra incontri e polemiche

Benedetto XVI e la tre giorni milanese per il settimo "Incontro mondiale delle famiglie": città blindata, eventi e polemiche

MILANO - La città della Madonnina è pronta ad accogliere Benedetto XVI. Si tratta del primo viaggio del Pontefice nel cuore della Lombardia. Tre giorni fitti di appuntamenti che porteranno in città un milione di persone con delegazioni da 153 Paesi.

Il viaggio del Papa nella diocesi ambrosiana, che arriva 28 anni dopo l'ultimo dei due passaggi di Giovanni Paolo II, coincide infatti con il settimo "Incontro mondiale delle famiglie", dedicato questa volta al tema "La famiglia, il lavoro e la festa".

CITTA' BLINDATA - Si tratta di un "grande evento" anche dal punto di vista civile, visto che è stato necessario nominare il prefetto, Gian Valerio Lombardi, commissario straordinario. Solo per la sicurezza sono già state mobilitate 10 mila persone tra appartenenti alle forze dell'ordine e volontari. Numeri senza precedenti per Milano, chiamata a una sorta di prova generale dell'Expo 2015.

Oltre ai disagi previsti per i trasporti pubblici, non manca qualche spunto polemico. Nella zona di Bresso, per esempio, alcune parti del Parco Nord sarebbero state cementificate per agevolare gli spostamenti dei veicoli durante il grande evento di domenica (guarda il VIDEO). Sui giornali, invece, si registra il botta e risposta tra il primo cittadino Giuliano Pisapia e il direttore di Avvenire: quest'ultimo "accusa" il sindaco di avere in qualche modo messo sullo stesso piano il Papa e il Dalai Lama.

Sarà però soprattutto una grande festa religiosa che mira a promuovere una riflessione collettiva sulla necessità di conciliare le esigenze e i tempi del lavoro con quelli della famiglia e di recuperare il senso vero della festa. Per Benedetto XVI l'organizzazione del lavoro di oggi, "pensata e attuata in funzione della concorrenza di mercato e del massimo profitto, e la concezione della festa come occasione di evasione e di consumo", contribuiscono infatti a "disgregare la famiglia e la comunità e a diffondere uno stile di vita individualistico".

Il Papa lo ha scritto già nel 2010 in una lettera che annunciava le date dell'Incontro, ma ieri lo hanno ribadito da Milano anche i cardinali Dionigi Tettamanzi e Angelo Bagnasco.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa delle famiglia: Papa in città, tra incontri e polemiche

Today è in caricamento