rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Varese

Abusi sessuali sulla "figlia": patrigno in carcere

Diventata definitiva una condanna a 4 anni per un 70enne. A denunciarlo la madre e il fidanzato della ragazza, oggi ventenne

Gli agenti della Squadra Mobile di Varese hanno eseguito un ordine di cattura nei confronti di un 70enne, G.L., che deve scontare una condanna definitiva a quattro anni di reclusione comminatagli per aver abusato della figlia della sua compagna da quando aveva otto anni fino agli undici.

Secondo quanto riferisce la Questura di Varese, i "palpeggiamenti e i contatti fisici" sono avvenuti tra il 1998 e i primi anni del 2000 nella casa della famiglia nella cittadina lombarda, quando la madre della bimba era assente ma alla presenza di un altro bimbo della donna.

A denunciare gli abusi alla polizia nel 2009 sono stati la madre, il fidanzato e un'amica di famiglia della vittima (ora poco più che ventenne), che si era convinta a parlare dopo una discussione avvenuta tra la madre e il suo anziano compagno. L'arresto è stato compiuto venerdì scorso ma è stato reso noto oggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi sessuali sulla "figlia": patrigno in carcere

Today è in caricamento