Lunedì, 8 Marzo 2021
Brescia

Il pedofilo che aveva creato un archivio dell’orrore con più di mille foto e video di bambine

La scoperta dopo la segnalazione al sito della polizia da parte di un utente che aveva notato la presenza di materiale pedopornografico navigando in rete

Più di mille foto e video pedopornografici, vittime ragazzine e bambine anche di 10-12 anni riprese durante rapporti sessuali con adulti, meticolosamente catalogati in apposite cartelle.

Un vero e proprio archivio dell'orrore quello tenuto da un 30enne bresciano e scoperto dalla polizia postale di Brescia su diversi dispositivi e sui suoi account social. Gli agenti sono risaliti a lui dopo una segnalazione lasciata da un utente sul sito www.commissariatodips.it, il quale navigando in rete sul sito neozelandese Mega.nz aveva notato la presenza di materiale pedopornografico.

Pedopornografia a Brescia: l'arresto del 30enne dopo una segnalazione di un utente

Gli agenti sono andati a prelevare il 30enne nella casa dove viveva con la madre, al termine di un indagine avviata dalla polizia postale e delle comunicazioni di Venezia. Quando i poliziotti hanno fatto irruzione in casa hanno avvertito anche un forte odore di marijuana e oltre al materiale pedopornografico sono stati trovati e sequestrati modesti quantitativi di hashish e marijuana.

Grazie alla collaborazione del centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia online del servizio della polizia postale, il collaterale neozelandese ha condiviso i dati informatici relativi all'account Mega gestito dall’indagato. Gli agenti della Postale di Brescia, coordinati dall'ispettore Alberto Colosio, sono poi risaliti ai numeri dei cellulare utilizzati dal 30enne bresciano. Infine è scattata la perquisizione domiciliare che ha confermato tutti i sospetti. Il giovane si trova ora nel carcere di Canton Mombello, dove resterà almeno fino all’udienza preliminare. 

L'operaio che filmava di nascosto i bambini nei centri commerciali con la spycam: in casa scoprono l'orrore 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pedofilo che aveva creato un archivio dell’orrore con più di mille foto e video di bambine

Today è in caricamento