rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Città Monza e della Brianza

"Spogliati in chat": minacce a 14enne, studente arrestato

Il ragazzo arrestato, 22 anni, aveva anche piazzato telecamere in bagni e spogliatoi femminili

MONZA - L'accusa - produzione e detenzione di materiale pedopornografico con l'aggravante dell'età inferiore a 14 anni e delle minacce - è pesantissima, ma forse a colpire ancor più è la giovane età del ragazzo arrestato: 22 anni, studente universitario residente nella provincia brianzola.

La Polizia postale e delle comunicazioni per la Lombardia è risalita all'abitazione del giovane tramite l'indirizzo IP che usava per i collegamenti a Internet. Secondo l'accusa, lo studente ha minacciato una quattordicenne costringendola a spogliarsi sul web. Non si tratterebbe dell'unica vittima: le richieste, infatti, ci sarebbero state nei confronti di altre ragazzine, anche di età inferiore.

Dal materiale rinvenuto dagli agenti presso la sua abitazione, si evince che il 22enne avrebbe anche piazzato alcune telecamere nascoste in bagni pubblici e spogliatoi femminili. Una storia che fa riflettere. Resta sul tavolo la domanda su cosa ci facessero in rete potenziali vittime così giovani.

La Polizia Postale, in merito, ha più volte messo in guardia dai pericoli connessi all'utilizzo di cellulari e web da parte dei minori: oltre ai ricatti a sfondo sessuale e allo stalking online, ci sono anche il bullismo e le minacce. (da MonzaToday)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spogliati in chat": minacce a 14enne, studente arrestato

Today è in caricamento