rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Roma

Pestati brutalmente al parco divertimenti. "C'era chi filmava la scena"

Halloween da incubo per una coppia di amici a MagicLand. L'aggressione per un banale diverbio in fila

Pestati con un tirapugni al parco giochi. Halloween da incubo quello vissuto da una coppia di amici di Roma al parco di divertimenti di MagicLand dove i due, stando alla loro denuncia, sono stati picchiati da una comitiva di giovani per un banale battibecco in fila.

Martina e Riccardo, le due vittime, sono state portate in ospedale, a Colleferro. "Abbiamo avuto 10 giorni di prognosi. Io ho subìto un trauma cranico e il mio amico ha rischiato di perdere la vista dall'occhio sinistro, salvo complicazioni", ha raccontato a RomaToday la ragazza,  che poi ha aggiunto un particolare: "Qualcuno mentre venivo aggredita filmava l'accaduto".

"Volevano passarci avanti, ho chiesto rispetto"

I due ragazzi erano arrivati al parco di divertimenti intorno alle 12. Qualche giostra, uno spuntino e poi la fila all'attrazione 'Hunter Hotel'. "Improvvisamente, mentre eravamo in coda, ci hanno iniziato a spingere. Era una comitiva composta da cinque ragazzi e ragazza tra i 20 e i 25 anni. Erano campani. Volevano passarci avanti. Ho provato a calmarli chiedendo un po' di educazione e rispetto". 

Quel rimprovero non è stato però digerito dal gruppo e da lì è iniziata la violenza. Martina, seppur dolorante, ha raccontato la dinamica dell'aggressione con lucidità: "Un ragazzo, con la barba e la giacca in pelle, mi ha iniziato a tirare i capelli, strattonandomi".

Riccardo, vista l'amica in difficoltà, è intervenuto subito e l'aggressore ha reagito: "Ha preso un tirapugni che aveva nascosto e lo ha colpito ripetutamente al volto. Riccardo ha perso molto sangue. Contemporaneamente è intervenuta anche una ragazza con una felpa rosa, che mi ha preso per i capelli. Poi mi ha aggredito pure il ragazzo, quello che aveva già pestato Riccardo, e con dei pugni al collo mi ha fatto sbattere contro la struttura in ferro. Una signora, l'unica che ha provato a intervenire è stata spintonata e, cadendo, ha perso i sensi".

"Qualcuno filmava l'accaduto"

Solo a questo punto gli aggressori si dileguano. Soccorsi, i due giovani sono stati portati all'ospedale di Colleffero per poi denunciare l'accaduto alle forze dell'ordine. "Abbiamo scelto di raccontare il fatto perché ciò che ci è accaduto non si riproponga più. Ciò che abbiamo vissuto non è così distante dalla storia del pestaggio di Willy. Se non interveniva una donna e un giovane ragazzo, forse sarebbe andata molto peggio", racconta ancora Martina.

"La cosa più agghiacciante sono state le persone paralizzate, ferme come spettatori a guardare mentre venivo colpita ripetutamente - aggiunge la vittima - Nessuno ha fatto nulla, nessuno ha agito per interrompere la violenza, nonostante il grande numero di persone presenti". Anzi. "Qualcuno mentre venivo aggredita filmava l'accaduto, e stiamo cercando chi era presente per risalire a video o immagini che mostrano gli aggressori".

La sicurezza a MagicLand

Andrea Dei, responsabile operativo di MagicLand, interpellato da RomaToday ha voluto rassicurare le vittime e gli altri clienti sulla sicurezza nel parco: "Come sempre accade, soprattutto nelle giornate di forte afflusso, è stata fatta un'opera di filtraggio controllando che nell'area non venissero introdotti oggetti contundenti. La sicurezza interna, appena notata l'aggressione, è intervenuta prestando il primo soccorso. Il personale medico è arrivato in pochi minuti così come le forze dell'ordine. Siamo a disposizione degli inquirenti, anche per mettere a servizio delle indagini le immagini del servizio di sorveglianza che puntano all'ingresso del parco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pestati brutalmente al parco divertimenti. "C'era chi filmava la scena"

Today è in caricamento