Mercoledì, 3 Marzo 2021
Trieste

L'uomo preso a pugni senza motivo alla fermata del tram

Brutale pestaggio a Trieste: quattro giovani, di cui uno minorenne, sono stati denunciati

Foto di repertorio

È stato preso a pugni senza un apparente motivo a una fermata del bus di via Flavia, a Trieste. Ad aggredirlo sarebbero stati 4 giovani, tra cui un minorenne, che ora sono stati denunciati per lesioni personali aggravate in concorso. I quattro, tutti italiani, non non sarebbero gli stessi coinvolti nei pestaggi del nonno vigile e della 13enne, riportate sulla stampa nelle scorse settimane. A fare le spese del pestaggio, di cui dà notizia TriestePrima, è stato un uomo di 58 anni caduto a terra privo di sensi per la violenza dei colpi ricevuti.

A dare l'allarme è stato un passante che tramite il 112 ha informato la sala operativa della Questura. Sul posto si è recato prontamente personale della Squadra Volante che ha identificato i quattro. I sanitari del 118 hanno accompagnato l’aggredito al pronto soccorso dell’ospedale di Cattinara per i gravi colpi subiti. Accompagnati in Ufficio, ricostruito l’episodio, dopo le formalità di rito, i quattro sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

A Trieste altri due pestaggi in due settimane

Solo un paio di settimane fa a Trieste si era verificata un’altra brutale aggressione. Vittima della furia di due bulli era stato il 74enne Paolo Valenti, per aver invitato i due ragazzi a indossare la mascherina sul bus. Un gesto che gli è costato la rottura del setto nasale, 30 giorni di prognosi, alcune costole incrinate e un'intervento al naso da effettuarsi con i tempi e i rischi della pandemia da Covid 19. “Prima ridevano, poi uno di loro mi ha preso per il maglione e mi ha spinto - aveva raccontato l’uomo -, mentre l'altro mi ha dato un pugno mentre cercavo di liberarmi. Sono caduto all'indietro sulla strada e un'auto ha frenato bruscamente per non investirmi. Per fortuna l'uomo alla guida è sceso per aiutarmi”.

E un altro pestaggio, questa volta ai danni di una 13enne, è stato segnalato giorni fa nei pressi della scuola Caprin in salita di Zugnano. La ragazzina sarebbe stata presa di mira da una coetanea che secondo la testimonianza della madre, ribadita nella denuncia presentata alla forze dell'ordine, la avrebbe avvicinata con una cricca di altri quattro ragazzi tra i 13 e i 16 anni. Poi gli insulti e il pestaggio.

"Già il 15 agosto questa ragazza si è accanita contro mia figlia spaccandole occhiali, cellulare e causandole una distorsione del collo con una prognosi di tre settimane" ha raccontato la madre. "Mia figlia non voleva frequentare questa ragazza perché non le stava simpatica, e lei se l'è presa a morte. All'epoca ha avuto anche la diffida da parte del nostro avvocato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo preso a pugni senza motivo alla fermata del tram

Today è in caricamento