Sabato, 18 Settembre 2021
Città Firenze

Fa pipì nel cortile di Palazzo Vecchio, maxi multa: "Era urgente, ho la prostatite"

Un uomo di 66 anni è stato colto dalla polizia municipale mentre orinava nel cortile di Palazzo Vecchio, a Firenze. Nonostante le scuse, per lui è scattata una multa da 3.333 euro

Foto di di repertorio

Un bisogno fisiologico impellente può arrivare a “costare” più di tremila euro? Ebbene sì, soprattutto se si decide di espletarlo in un luogo pubblico, di grande valore storico, situato nel centro della città. L'ultimo caso arriva da Firenze, dove un turista australiano è stato “pizzicato” qualche giorno fa mentre era intento ad orinare nel cortile interno di Palazzo Vecchio, nel capoluogo toscano. Una pipì “clandestina”, che per il turista si è tradotta in una multa salatissima da 3.333 euro.

Firenze, fa pipì a Palazzo Vecchio: multa da 3.333 euro

L'uomo ha provato fino alla fine a convincere gli agenti della polizia municipale a chiudere un occhio, dicendo di soffrire di prostatite, motivo per cui l'urgenza era improrogabile. Il fatto è avvenuto all'interno dei Palazzo Vecchio, nei pressi dello stipite del portone su via della Ninna. Per il 66enne, che aveva anche il biglietto del museo, è scattato il verbale per atti osceni in luogo pubblico, reato depenalizzato per il quale è prevista una sanzione da 3.333 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa pipì nel cortile di Palazzo Vecchio, maxi multa: "Era urgente, ho la prostatite"

Today è in caricamento