Lunedì, 1 Marzo 2021
Bologna

Fanno pipì davanti alla caserma dei carabinieri: multa di 3.333 euro a testa

È successo a Bologna. I due studenti si sono giustificati cercando di sminuire la vicenda, ma non è bastato

Foto di repertorio

Una multa da capogiro: 3.333 euro a testa. Tanto dovranno pagare due studenti, una 21enne e un 20enne, sorpresi questa notte attorno all'1.45 ad urinare davanti all'ingresso delle caserma intitolata a Luciano Manara di via dei Bersaglieri, a Bologna.

Pipì davanti alla caserma a Bologna: multa da capogiro per due studenti

I due, con mascherina chirurgica indossata, sono stati sorpresi dai carabinieri che facevano vigilanza, e di fronte ai militari del nucleo Radiomobile si sono giustificati cercando di sminuire la vicenda e dicendo di non essere a conoscenza che urinare per strada fosse vietato. Le loro scuse, però, non gli hanno evitato la sanzione.

Cosa dice la legge? Urinare in strada non è più reato, come prevedeva l'articolo 726 del Codice penale sugli "atti contrari alla pubblica decenza". Dopo il decreto sulla depenalizzazione del 2016, urinare in strada è considerato illecito amministrativo. Si rischia però una multa salatissima, fino a diecimila euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fanno pipì davanti alla caserma dei carabinieri: multa di 3.333 euro a testa

Today è in caricamento