rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Città Verona

Nube tossica in piscina, adulti e bambini finiscono in ospedale

Hanno accusato disturbi respiratori ed è stato necessario l'intervento del 118. SI ipotizza un errato uso del cloro che si usa per disinfettare l'acqua

Venticinque persone, tra cui nove bambini, sono rimaste intossicate dopo avere trascorso del tempo alle piscine comunali di Bosco Chiesanuova. Gli utenti hanno iniziato ad accusare difficoltà respiratorie a causa di nube di cloro probabilmente all'errata miscelazione di alcune sostanze. Lo racconta Luca Stoppele su VeronaSera.

L'allerta è scattata alle 10 nella zona di contrada Carcaro dove c'è il Centro Sportivo Monti Lessini. Sul posto sono intervenuti diversi mezzi del 118 - ambulanze, automedica e anche un elicottero - e i vigili del fuoco con gli specialisti del nucleo Nbcr (Nucleare biologico chimico e radiologico). Per quattro delle persone soccorse, è stato necessario il trasferimento in codice giallo in ospedale. Sono stati smistati tra Borgo Trento, Borgo Roma, Negrar e San Bonifacio. In corso il sopralluogo dei tecnici dei vigili del fuoco per chiarire la dinamica dei fatti.

Intossicazione alle piscine di Bosco Chiesanuova (1)

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nube tossica in piscina, adulti e bambini finiscono in ospedale

Today è in caricamento