rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca / Ancona

Poliziotto innamorato avvertiva l'escort delle retate

Il poliziotto, amante di una escort di professione, avrebbe avvisato la donna prima di alcune retate antiprostituzione per consentirle di farla franca. L'accusa è rivelazione di segreto d'ufficio

ANCONA - Si era innamorato di una ragazza brasiliana, escort di professione. Così, sfruttando il suo ruolo, avrebbe avvisato la donna di tutte le retate antiprostituzione consentendole di farla sempre franca. 

Per questo, un poliziotto è  finito a processo con l'accusa di rivelazione del segreto d'ufficio. Secondo gli inquirenti, l'agente, che prestava servizio presso la Questura di Ancona fino a cinque anni fa, avrebbe sfruttato le informazioni accessibili solo ai poliziotti per "salvare" la sua amante. 

La moglie dell'uomo è comparsa ieri davanti al giudice, ma si è avvalsa della facoltà di non rispondere. A ricostruire la vicenda, invece, è stato un collega del poliziotto. A incastrare l'agente "infedele" ci sarebbero anche una comparazione fotografica e i dati del registro di un hotel di Padova dove si sarebbero svolti alcuni incontri tra il poliziotto e la escort.

L'imputazione è totalmente respinta dai legali dell'agente. Il processo, intanto, è slittato al dodici marzo. (da AnconaToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotto innamorato avvertiva l'escort delle retate

Today è in caricamento