rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Città Agrigento

Il cadavere di un poliziotto tra le rocce a Lampedusa

Il corpo senza vita di un assistente scelto della Polizia di 31 anni, originario di Napoli, scomparso ieri pomeriggio, è stato rinvenuto questa mattina fra le rocce del costone di Ponente

Il cadavere di un assistente scelto della Polizia di 31 anni, originario di Napoli, scomparso ieri pomeriggio a Lampedusa, è stato rinvenuto questa mattina fra le rocce del costone di Ponente dell'Isola. Il rinvenimento è stato fatto da un natante dei vigili del Fuoco che da ieri erano impegnati nelle ricerche. L'allarme era scattato alle 18.30 quando il poliziotto non si era presentato in servizio al centro di accoglienza di contrada Imbriacola. Poco dopo in località Ponente, abbandonato, era stato trovato lo scooter utilizzato dall'assistente e lo zaino con la macchina fotografica.

Forse il poliziotto è caduto sporgendosi per ammirare il costone alto 140 metri. Non è escluso, scrive oggi AgrigentoNotizie, che l'assistente scelto campano possa essersi sporto eccessivamente per ammirare lo scenario del costone di Ponente e potrebbe dunque essere scivolato da circa 140 metri d'altezza. Ma ci sarà da tenere in considerazione anche un altro aspetto: dopo le intense piogge di ottobre e di questo mese, in molti punti, il terreno dell'isola è instabile e sembrerebbe facile che cedano pietre o piccole porzioni di costoni. Quindi, il giovane potrebbe anche aver messo i piedi dove non doveva, né sapeva che era rischioso. La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo per accertare le cause del decesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cadavere di un poliziotto tra le rocce a Lampedusa

Today è in caricamento